Archivi categoria: videoclip

michele bravi – il videoclip ufficiale di “mantieni il bacio”

Mantieni il bacio” e il singolo “La vita breve dei coriandoli”, fuori dal maggio scorso, anticipano il nuovo concept album di Michele, “La geografia del buio”, in uscita il 29 gennaio in tutti i digital stores, in formato CD e in vinile.

Michele e l’attore Francesco Centorame (“SKAM”, “Gli anni più belli”), sono i protagonisti di una narrazione cinematografica: immersi in uno stato allucinatorio, reso in forma visibile e tangibile da una nebbia che si insinua, invade e pervade ogni spazio, avvolge e inghiotte ogni cosa, ogni individuo. L’amore è l’unica salvezza, l’unica forza in grado di dipanarsi quella fitta coltre bianca.

Il video di “Mantieni il bacio”, nato da un’idea di Michele Bravi e prodotto da Think | Cattleya, è diretto dal giovane regista cinematografico Nicola Sorcinelli, vincitore nel 2017 del Nastro d’Argento per il cortometraggio “Moby Dick”.

PIER CORTESE parla del nuovo videoclip “TU NON MI MANCHI”

E’ uscito, “TU NON MI MANCHI” il nuovo singolo e video di PIER CORTESE, preludio al prossimo disco di inediti del musicista, cantautore e produttore romano.

PIER CORTESE PARLA DELLA REALIZZAZIONE DEL VIDEOCLIP “TU NON MI MANCHI”

Più che come un videoclip canonico, è stato pensato come un cortometraggio, un luogo ideale che potesse ospitare l’atmosfera, il suono e il sentimento drammatico della canzone, ma in realtà liberatorio. Le immagini raccontano una quotidianità sospesa, apparentemente normale, la sensazione di vivere come se non mancasse niente. E invece in “apnea” manca tutto, anche il respiro. I movimenti sono lenti, bloccati e, tramite la ripresa in slow motion, ne è stata resa ancora più evidente la difficoltà.

L’uso di una semplice GoPro, che oltre ad avere le caratteristiche per stare sott’acqua ha il vantaggio di essere molto maneggevole, ha reso possibile delle inquadrature e delle prospettive molto particolari.

Il video è stato realizzato insieme al mio collaboratore e co-regista Walter Monzi. Abbiamo reperito tutto il necessario per simulare la quotidianità (spazzolino, racchetta, doccia, chitarra, ecc.) e, in una giornata di fine estate, ci siamo immersi in una piscina, realizzando il corto in un giorno. Siamo letteralmente morti di freddo. La sera abbiamo anche dovuto reperire all’ultimo minuto una torcia da minatore per creare una luce e un’atmosfera ancora più suggestiva, che potesse sottolineare ulteriori aspetti della quotidianità.

All’interno di questa sospensione narrata nel video si ritrova anche una morale liberatoria, anzi avviene una vera e propria “rinascita”: nel primo ritornello simulo, infatti, una posizione “fetale”, che giustifica la nudità e il senso di tutto.

IRENE GRANDI – ECCO IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO “Quel Raggio Nella Notte”

Tra i protagonisti della 70^ edizione del Festival di Sanremo, dove ha presentato “Finalmente Io”, brano scritto per lei da Vasco Rossi (insieme a Roberto Casini, Gaetano Curreri e Andrea Righi) e dalla recente pubblicazione di un nuovo singolo, “Devi volerti bene” (brano che la stessa Irene ha firmato con Curreri, Romitelli, Casini e Pulli), Irene Grandi torna con un inedito e un nuovo videoclip estratti da “Grandissimo” (2019, Cose Da Grandi/Artisti First): Quel Raggio Nella Notte.

Un brano scritto da Mario Amato che ha il sapore di uno dei classici di Irene Grandi nel quale il colore blues della sua voce si esprime al meglio. Una storia d’amore, che trascende la natura romantica di questo sentimento verso un Amore Universale, che illumina la notte di un mondo privo di veri valori e che è capace di colmare il vuoto esistenziale, attraverso parole di conforto e fiducia. Raccontata con parole semplici e vere, è immersa in una melodia che ricorda i migliori autori degli anni Sessanta. Arrangiata e prodotta da Antonio Filippelli in una chiave contemporanea e con un gusto britannico.

“Mi ha toccato fin dal primo ascolto, mi emoziona ogni volta che lo canto e ogni volta mi fa venire i brividi. Cosa chiedere di più a una canzone?” Irene Grandi descrive così l’inedito che sarà in radio dal 23 ottobre.

Contemporaneamente uscirà anche il videoclip ideato insieme all’eclettico artista toscano Lorenzo Andreaggi che ne ha curato la regia e che così descrive il video:

“Ascoltando Quel raggio nella notte ho immaginato lo scenario di un mondo ormai distrutto, arido, desolato e con Irene abbiamo ideato la storia in cui due giovani sopravvissuti, grazie ad una voce che li ispira, si incontrano davanti a un misterioso portale (il site transitoire delle crete senesi) offrendoci la speranza di poter ricominciare una nuova vita, forse in un altro mondo, forse entrando in una nuova dimensione, grazie all’Amore.

Irene ha recentemente collaborato con Lorenzo Andreaggi, questa volta in veste di cantante, anche nel duetto “Cosa sognano gli angeli” contenuto nell’album “Italia, America e ritorno…” (2020 Egea Records) in cui Andreaggi reinterpreta, su richiesta dell’amico Narciso Parigi recentemente scomparso, alcune sue canzoni diventandone così l’”erede” artistico naturale e in cui si avvale anche della partecipazione di alcuni prestigiosi musicisti (tra cui Fabio Armiliato, Stefano Bollani) .

Irene Grandi è un’artista che fa ricerca continua, nella musica come nella vita. Ha calcato grandi palchi collaborando con i più importanti nomi della musica italiana e internazionale. Eppure lo sguardo è sempre rivolto in avanti, sfidando il futuro e cercando sempre nuovi stimoli artistici e umani.

EMIS KILLA & JAKE LA FURIA “L’Ultima Volta” feat. Massimo Pericolo

È online da oggi il video ufficiale di “L’Ultima Volta” feat. Massimo Pericolo, prodotto dai 2nd Roof, il nuovo singolo estratto da “17”, l’album certificato disco d’oro di Emis Killa e Jake La Furia. Da oggi il brano è in rotazione radiofonica.

Il video, diretto da Igor Grbesic e Marc Lucas (Damn Films), si svolge all’interno di un carcere, in cui i tre artisti si confessano e vanno a trovare i loro amici chiusi come lupi in gabbia.  “L’Ultima Volta” racconta la storia di un’amicizia che attraversa molti anni, nasce infatti quando i protagonisti ancora vivevano secondo la legge della strada e la vita regalava ben poco. I percorsi poi sono costretti a dividersi, chi raggiunge il successo e chi, invece, non riesce a liberarsi dalle catene della malavita.

Massimo Pericolo, tra le voci più apprezzate della nuova generazione che ha riportato in auge il rap nella sua forma più essenziale ha dichiarato: “Nel 2009 rappavo già e ovviamente ascoltavo i Dogo; Jake raccontava la strada di Milano e io ci rivedevo tante cose della provincia. In quell’anno è arrivato anche Emis e ha aperto gli occhi a tutti su come, per fare il rapper, l’importante sia rappare. Non si atteggiava né vestiva come gli altri, ma ha vinto il Tecniche Perfette. Sono due artisti che hanno influenzato pesantemente me e il rap italiano. È anche grazie a loro se oggi posso vivere di questa musica, per questo sono felice e orgoglioso di aver partecipato al loro disco.”

Sull’onda del successo ottenuto con il loro primo disco insieme, i due artisti hanno annunciato due date live, al Fabrique di Milano venerdì 21 maggio 2021 e all’Atlantico di Roma sabato 29 maggio 2021. Per l’occasione, Emis Killa e Jake La Furia porteranno sul palco i brani contenuti nell’album di inediti “17”, come il singolo che ha anticipato l’intero progetto, “Malandrino”, “Medaglia”, attualmente in rotazione radiofonica, oltre ad alcune delle canzoni più apprezzate dei due artisti e alle fruttuose collaborazioni reciproche in tracce di successo come “Di tutti i colori”, “Non è facile”, “Fuoco e Benzina” e molti altri.

L’Ultima Volta” è estratto da “17”, album che è stato alla vetta della classifica FIMI per due settimane consecutive. Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo dagli appassionati del rap. In sole 24 ore, infatti, 8 brani si sono posizionati nella Top 10 di Spotify.  Dopo oltre 15 anni di carriera alle spalle che hanno segnato la storia dell’hip hop italiano, con “17” Emis Killa e Jake La Furia, legati da uno stretto e sincero rapporto di amicizia, si uniscono per la prima volta in un progetto discografico volto a celebrare la scuola che ha reso il rap il genere più ascoltato e di successo in Italia oggi, fondendo le tecniche, lo stile e il flow di entrambi. 

LEO PARI – ONLINE DA OGGI IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO “LUCCHETTI”

Disponibile online da oggi, mercoledì 21 ottobre, il videoclip di “LUCCHETTI” (Neverending Mina, distribuzione Artist First) l’ultimo singolo di Leo Pari, in radio e in digitale dal 9 ottobre. La regia di Valerio Desirò mette in scena un’atmosfera malinconica, una fotografia cupa e scura in contrasto con la vitalità della canzone. Inquadrature fisse, movimenti lenti per scandire un ritmo rilassato nonostante la vivacità del pezzo. I momenti teneri ed emozionanti avvolgono lo spettatore rendendolo empaticamente partecipe alla vicenda.

Guarda il video qui: https://www.youtube.com/watch?v=IpoX3-Phpf8

Nel video, infatti, si vedono i due protagonisti, interpretati da Jacopo Antonini e Eleonora De Laurentis, che partecipano ad una festa in cui loro sono gli unici invitati. Ogni tanto guardano l’orologio a muro che scandisce inesorabilmente il tempo. Si scambiano i regali e infine arriva il momento della torta: tagliano insieme il dolce e si baciano commossi. L’orologio scocca la mezzanotte e sulla torta c’è scritto “Fidanzati dal 2016 ad oggi” e sopra i palloncini si legge la dicitura “Festa di fine amore”. Alla fine del video i due si separano, portandosi dietro i loro bagagli “emotivi” e andando ognuno per la propria strada.

Leo ha scritto il singolo “LUCCHETTI” e ne ha curato la produzione insieme a Gianluigi Fazio (Mengoni, Nek, Laura Pausini, Elodie), gli arrangiamenti sono ad opera di Nicola Balestri in arte Ballo (da quasi 20 anni al fianco di Cesare Cremonini) e registrate con la “Budapest Art Orchestra” a Budapest diretta dal Maestro Francesco Berta.

Questo singolo, come i precedenti “Matrioska”, “Doberman” e “Le Donne Sono Come Le Stelle”, farà parte del nuovo album di prossima uscita. Un concept album che ruota attorno al meraviglioso universo femminile con le sue infinite sfaccettature.

Leo Pari è un vero e proprio artigiano della musica pop: cantautore, musicista, producer ed autore, è un artista a 360° che aggiunge il suo tocco speciale ad ogni progetto. Ha all’attivo molte collaborazioni artistiche importanti. Come autore ha firmato canzoni come “Vorrei cantare come Biagio” di Simone Cristicchi e, recentemente, “Meglio di notte” di Francesco Renga e “Superbowl” di Elodie, in qualità di produttore ha lavorato a “Superbattito” primo album di Gazzelle, come musicista si è fatto conoscere dal grande pubblico suonando le tastiere in tour con i Thegiornalisti.

Fedez – On-line il video di “bella storia”

È online da oggi, martedì 6 ottobre il video ufficiale di “Bella Storia”, il nuovo singolo di Fedez che segue la nuova fase musicale dell’artista, intrapresa in questo 2020.

Il video, diretto da Simone Peluso, è un omaggio all’estetica anni ’80, tra costumi in paillettes, capelli cotonati e neon dai colori fluo. Fedez, nei panni di un motociclista, passa a prendere in un motel la propria amata (interpretata da Chiara Ferragni), per partire per un viaggio notturno che li porterà alla scoperta di quanto la propria storia d’amore sia più forte di ogni cosa.

Dopo la dance anni ’90 di “Bimbi per strada (Children)”, “Bella Storia”, che ha debuttato nella Top 10 della classifica FIMI dei singoli più venduti e prodotto da d.whale, è un viaggio nelle sonorità anni ’80, tra atmosfere elettropop e synth tipiche di quel decennio. Nel brano, Fedez racconta la voglia di buttarsi senza freni in una relazione, con l’intento di cogliere ogni attimo e vivere al massimo ogni opportunità che viene offerta. La cover del singolo è un tributo al Maestro Eugenio Carmi, tra i massimi esponenti dell’astrattismo italiano.

“Bella Storia” segue il successo di “Bimbi per strada”, hit estiva certificato disco di platino, che dalla sua pubblicazione è rimasta stabile nella top 25 della classifica FIMI dei singoli più venduti, e che ad oggi conta oltre 29 milioni di stream su Spotify e oltre 10 milioni di views su Youtube. Nella primavera 2020, Fedez aveva sorpreso il pubblico con il suo atteso ritorno alla musica pubblicando i singoli “Le Feste di Pablo” di Cara, certificato disco di platino, “Problemi con tutti (Giuda)” e “Roses Remix” con Dargen D’Amico.

“22 SETTEMBRE” – IL NUOVO VIDEOCLIP DI ULTIMO

Ultimo torna con il nuovo singolo “22 settembre”, disponibile in radio e su tutte le piattaforme digitali da oggi, martedì 22 settembre 2020. 

Dopo un 2019 da assoluto protagonista (artista più ascoltato su Spotify a Apple Music e “Colpa delle favole” album più venduto dell’anno) Ultimo mette la firma su questo difficile 2020. Lo fa con “22 settembre”, un brano colmo di speranza che dà un chiaro appuntamento al quale nessuno di noi può rinunciare: quello con le proprie emozioni. 
“22 settembre” apre un nuovo capitolo della carriera dell’artista. Nasce, infatti, Ultimo Records, etichetta discografica indipendente che seguirà tutte le prossime produzioni del cantautore.
Il brano è accompagnato dal videoclip, diretto dagli YouNuts (Niccolò Celaia e Antonio Usbergo), con due protagonisti d’eccezione: gli attori Marco Giallini e Ludovica Martino.
Ultimo tornerà a suonare dal vivo nell’estate del 2021 e sarà il più giovane artista italiano di sempre a esibirsi negli stadi. Il tour organizzato da Vivo Concerti che partirà il 4 giugno 2021 e si chiuderà con un concerto evento al Circo Massimo il 18 luglio 2021, conta a oggi oltre 500mila biglietti venduti.
TOUR STADICALENDARIO DATE:
Venerdì 4 giugno 2021 || Bibione @ Stadio Comunale – DATA ZEROMartedì 8 giugno 2021 || Torino @ Stadio Olimpico Grande TorinoSabato 12 giugno 2021 || Napoli @ Stadio San Paolo – SOLD OUTDomenica 13 giugno 2021 || Napoli @ Stadio San Paolo Mercoledì 16 giugno 2021 || Firenze @ Stadio Artemio Franchi – SOLD OUTGiovedì 17 giugno 2021 || Firenze @Stadio Artemio Franchi Lunedì 21 giugno 2021 || Modena @Stadio Alberto BragliaVenerdì 25 giugno 2021 || Ancona @Stadio del Conero Martedì 29 giugno 2021 || Pescara @Stadio Adriatico – Giovanni CornacchiaVenerdì 2 luglio 2021 || Milano @Stadio San Siro Sabato 3 luglio 2021 || Milano @Stadio San Siro – SOLD OUTGiovedì 8 luglio 2021 || Bari @Stadio San NicolaLunedì 12 luglio 2021 || Catania @ Stadio Cibali – NUOVA LOCATIONMartedì 13 luglio 2021 || Catania @ Stadio Cibali – NUOVA LOCATIONDomenica 18 luglio 2021 || Roma @ Circo Massimo – SOLD OUT
Maggiori informazioni al sito www.vivoconcerti.com

SAMUELE BERSANI – IL VIDEO DI “HARAKIRI”

“Harakiri” è il primo assaggio del nuovo album “Cinema Samuele”, in uscita il prossimo 2 ottobre per Sony Music.

Tra musica e immagini, la canzone è accompagnata da un videoclip  che riprende il sapore cinematografico della traccia e si presenta come un meraviglioso cortometraggio, diretto da Giacomo Triglia, su soggetto scritto da Pacifico e interpretato nel ruolo del protagonista da Jozef Gjura.

“Harakiri” pesca a piene mani nella quotidianità per offrire una visione poetica della complessità della vita, mentre le note nostalgiche di un hammond a valvole creano subito un’atmosfera ipnotica e intima alla Serge Gainsbourg e suggestive geometrie sonore raccontano il ritratto di un uomo che “che dal suo abisso riesce sorprendentemente a risalire”.

Poche pennellate bastano all’artista per portare l’ascoltatore a un millimetro dal protagonista nei fumosi cinema parigini e nelle desolate periferie di quartiere, in un impressionismo musicale fatto di immagini e visioni simboliche. Un racconto cinematografico pieno di realismo e dirompente poesia dove, nel totale blackout del mondo, anche il disagio più buio può trasformarsi in rinascita, lasciando un finale di canzone aperto all’immaginazione dell’ascoltatore. Il cantautore riprende così in questa prima “sala”, temi contemporanei e problematiche tangibili di oggi, umanità nascoste agli occhi ma sempre presenti e centrali nei suoi testi, da “Il Mostro” in poi.

“Harakiri” è scritto da Samuele Bersani e prodotto e arrangiato dallo stesso artista insieme a Pietro Cantarelli.

“Notte di Luce” – Il videoclip del Maestro Federico Longo

Una nota di LA grave all’ottava cupa del pianoforte. Così si apre Notte di Luce (su tutte le piattaforme digitali dal 23 agosto) il brano apripista dell’omonimo album del Maestro Federico Longo, in uscita prossimamente.
C’è un senso profondo in questa nota primordiale, nel modo minore degli accordi di una musica che ambisce alla speranza, alla ripartenza, a quella luce spiraglio di speranza dalle tenebre. Perché per sopravvivere al dolore e alla notte bisogna conoscerli, affrontarli, provarli sulla pelle.
Nella progressione armonica che vede la simultanea presenza del modo maggiore e del modo minore e che conduce fino ai raggi di soli espressi dalle scale di un violino di vivaldiana memoria, c’è tutta la semantica del Maestro Longo.

La musica assoluta del Maestro ha un linguaggio intrinseco che non richiede versi testuali: essi sono tradotti nel sentire dell’ascoltatore. Il suo repertorio non è ascrivibile a una categoria musicale o a un periodo storico definito. 
Una musica figlia del momento difficile che accomuna tutti noi, che cela all’interno le coordinate geografiche con traguardo sulla speranza. Un viaggio attraverso il suono per simboleggiare la rinascita della luce dopo le ombre della sofferenza.
Chiudete gli occhi e senza aprirli, lasciatevi guidare: la vostra bussola sarà il suono che rischiara la notte.

VIDEO > LA MUNICIPÀL – “L’ORSA MAGGIORE”

E’ uscito il videoclip di “L’ORSA MAGGIORE”. Si tratta del lato A del nuovo doppio singolo del progetto “Per resistere alle mode” de LA MUNICIPÀL,
caratterizzato dall’uscita di 5 doppi singoli (rilasciati in digitale e in formato vinile 45 giri a tiratura limitata) prodotti da luovo e Artist First, che saranno poi raccolti in una speciale pubblicazione.

Il video, nuovamente affidato alla regia di Giacomo Spaconi, vede ancora una volta protagonista Fabrizio Colica del duo Le Coliche, proseguendo la narrazione iniziata con i precedenti capitoli, “Quando crollerà il
governo”
e “Che cosa me ne faccio di noi”, primi videoclip estratti da “Per resistere alle mode”.

GUIDA ALL’ASCOLTO DEL BRANO “L’ORSA MAGGIORE”
Un sogno fluttuante tra costellazioni e ricordi di una storia passata, il tutto reso ancora più confuso da una festa tra amici, una festa di quelle distruttive, che ti rimettono in gola tutte le cose lasciate in sospeso, tutti gli
amori svaniti per caso.